Cosekeso?

Ciao, questo è il mio blog, il blog nel quale ogni tanto svuoto la mia testa dai vari elementi che la riempiono.
Non c'è quasi nulla di originale, i miei pensieri sono rivisitazioni o rielaborazioni di quello che l'ambiente mi insegna e propone.

Se leggerai qualcosa "buona lettura", se non leggerai nulla "buona giornata"

ATTENZIONE: contiene opinioni altamente personali e variabili

domenica 28 agosto 2011

Social network and similar, how to fight. (or not?!)


Here I am for my new english post.
I’d like to talk about internet and social network.
Facebook, Twitter, Linkedin, Instagram, Google+, Flickr and on.
Everyone know what they are.
They are virtual reality. I know that there are a lot of society that try to prevent their employees to use during work time.
They say that this are in virtual world and the work is in the real world.
Just a couple of consideration. In my humble opinion (yes, I usually attend forum….) social network and similar aren’t virtual world. They are fake. Probably if you read about me in FB, or Likd or Twitter you'll find that I look cooler than reality but if you “googloize” me you find me, not a fake me.
The fact is that a lot of people think that is possible to hide their defects. Everyone would like to be a better person but the virtual world (that doesn’t exist) is not a safe world for liars.
Virtual world and real world are just world. If you think you can be better in one of two you’re wrong. Yes, improve Fb profile is easier than improve ourselves, but we have not to be lazy. In fact if you improve just your social profile you put yourself in a jail. There are too much network in the world, no escape for liar.
Another consideration. As I told many society are trying to block access to social network or similar. Other society are trying to take advantage of SN.
I’d like to talk with the first type.
I remember ten or fifteen years ago when internet became something accessible, some societies tried to block access to their employees. Do you know how that turned out? I think that actually in every society there is free access to internet or “focal point” in which you con use internet for personal reason.
You can fight it or you can exploit it, it’s just a choice.

Eccomi qui per il mio nuovo post in inglese.
Mi piacerebbe parlare di internet e social network.
Facebook, Twitter, Linkedin, Instagram, + Google, Flickr e via.
Tutti sanno cosa sono.
Si tratta di realtà virtuale. So che ci sono un sacco di società che cercano di impedire ai propri dipendenti di utilizzare durante il lavoro.
Dicono che sono in questo mondo virtuale e il lavoro è nel mondo reale.
Solo un paio di considerazione. A mio modesto parere (sì, io di solito frequentare forum ....) Social network e simili non sono del mondo virtuale.
Essi sono falsi. Probabilmente se si legge su di me nella FB, o Likd o Twitter ci si accorge che guardo più fredda realtà, ma se si "googloize" io mi trovi, non un falso me.
Il fatto è che un sacco di gente pensa che sia possibile per nascondere i loro difetti. Tutti vorrebbero essere una persona migliore, ma il mondo virtuale (che non esiste) non è un mondo sicuro per i bugiardi.
Mondo virtuale e mondo reale sono solo mondo.
Se pensi di poter essere meglio in uno dei due si sbaglia. Sì, migliorare il profilo Fb è più facile che migliorare noi stessi, ma dobbiamo non essere pigri. Infatti se si migliorare il proprio profilo sociale ti metti in un carcere. Ci sono rete troppo nel mondo, c'è scampo per bugiardo.
Un'altra considerazione. Come ho detto molte società stanno cercando di bloccare l'accesso a social network o simili. Altre società stanno cercando di approfittare della SN.
Mi piacerebbe parlare con il primo tipo.
Ricordo che dieci o quindici anni fa, quando internet è diventato qualcosa di accessibile, alcune società ha cercato di bloccare l'accesso ai loro dipendenti. Sapete com'è finita? Non mi ricordo, ma in realtà in ogni società vi è l'accesso gratuito a internet o "punto focale" in cui è con l'uso di Internet per motivi personali.
Si può combattere o si può sfruttare, è solo una scelta.

1 commento:

  1. Io sfrutto... ma non per questo voglio essere chiamato "sfruttatore"...

    RispondiElimina